Programma ufficiale uscita “Civita & Dintorni”

Continua l’attività escursionistica di Imagorà Fotografia, che è lieta di annunciarvi il programma ufficiale della seconda uscita fotografica “Civita & Dintorni” che si terrà nei giorni 17-18 e 19 ottobre 2014. Il gruppo raggiungerà una delle tappe più ambite per gli amanti della montagna e della natura, fra i boschi e le valli del Pollino, per trascorrere un fine settimana in compagnia dei soci e di tutti gli altri partecipanti all’escursione.

Data e luogo di partenza: 17/10/14 alle ore 6.45 da Palmi, piazza I° maggio. Chi trovasse scomodo raggiungere Palmi per il raduno, potrà aggregarsi al gruppo successivamente, avendo cura di interfacciarsi telefonicamente con gli organizzatori al seguente recapito telefonico: 380.19 62 348.

Data di ritorno: 19/10/14 in serata.

Quota di partecipazione: € 10,00 per i non soci. Trattasi di mero contributo all’attività dell’Associazione.

Costo del pernottamento: € 69,00 per tutti i partecipanti, comprensivo di N. 2 pernottamenti con prima colazione presso dei Bed&Breakfast situati nel comune di Civita.

Altri Costi: da sostenere in loco per eventuali visite guidate alle Gole del Raganello (condizioni meteorologiche e ambientali permettendo)

Tempi e modi di adesione: i partecipanti dovranno inviare una prima e-mail di richiesta di partecipazione a: info@imagora.it, per verificare la disponibilità dei posti ancora liberi, oppure chiamare al numero 380 19 62 348. Successivamente, a titolo di conferma, entro e non oltre il 5 ottobre 2014, dovranno inviare una nuova mail con allegata la ricevuta di versamento della quota di partecipazione (€ 79,00 per i non soci, € 69,00 per i soci) (da intestare all’Associazione Fotografica Culturale “Imagorà” sul c/c postale n. 001017942283) e al modulo di liberatoria compilato e firmato (scarica qui il modulo). Coloro i quali, per qualunque motivo estraneo all’organizzazione, dovessero decidere di non prendere parte all’escursione NON avranno alcun diritto al rimborso delle somme versate.

Numero massimo di partecipanti:  vi sono in totale 20 posti disponibili.

Trasporto: è previsto trasporto con mezzo proprio, tuttavia, sarà possibile viaggiare su una delle auto degli organizzatori sino ad esaurimento posti.

http://www.comunedicivita.it/civita.html

CIVITA: Immersa in un contesto naturalistico senza pari, su una delle più belle vallate del Pollino di sud-est ai piedi dell’omonima valle, a 450 mt sul livello del mare, a cui fanno da corona a nord il Monte Raza Rrëza (in arbëresh, falda di monte) e ad est la montagna di Cernostasi si trova Civita, porta d’accesso al Parco del Pollino il più esteso d’Europa. Il paese gode da un lato di uno scenario vegetale di tipo mediterraneo e dall’altro del suggestivo paesaggio del canyon del Raganello.[1]

Oltre la visita del borgo di Civita, l’escursione proseguirà nei dintorni del Pollino, presso alcune località montane immerse nel boscoso verde del Parco Nazionale. Inoltre, se le condizioni meteorologiche e ambientali lo permetteranno, si potranno visitare le famose Gole del Raganello.

L’itinerario previsto potrà subire variazioni in base alle condizioni meteo e al tempo a disposizione.

Per info, sulla disponibilità dei posti auto o di qualunque altra informazione, contattate Imagorà tramite mail  all’indirizzo di posta elettronica: info@imagora.it o mediante cell. al numero 380 19 62 348.

Si rammenta che ogni partecipante dovrà essere autosufficiente per il viaggio di andata e ritorno e per il vitto (con esclusione della colazione che sarà fornita presso la struttura ricettiva). La partecipazione all’uscita sarà possibile solo mediante la firma di una liberatoria, poiché Imagorà si esonera da ogni responsabilità di danni fatti e/o subiti a cose e/o a persone per l’intera durata dell’escursione. Si consiglia abbigliamento comodo e un equipaggiamento adatto al trekking e al clima montano.

Si esige, altresì, un comportamento civile e riguardoso verso la natura, la fauna e la flora dei luoghi visitati.

[1] http://www.comunedicivita.it/civita.html

Programma ufficiale uscita “Le Castella & dintorni”

Le Castella - ©Giancarlo Parisi

Le Castella – ©Giancarlo Parisi

Come già anticipato, Imagorà è lieta di annunciarvi il programma ufficiale della prima uscita fotografica “Le Castella & dintorni” in data 1 giugno 2014, ove sarà possibile visitare uno degli scorci più caratteristici della nostra bellissima regione, trascorrendo una giornata in piacevole compagnia del gruppo dei soci e di tutti gli altri partecipanti all’escursione.

Orario e luogo di partenza: 6.45 da Palmi, piazza I° maggio. Chi trovasse scomodo raggiungere Palmi per il raduno, potrà aggregarsi al gruppo successivamente, avendo cura di interfacciarsi telefonicamente con gli organizzatori al seguente recapito telefonico:
Tel.: 380/19 62 348.

Orario di ritorno: serata inoltrata.

Contributo di partecipazione: € 5,00 per i non soci. Trattasi di mero contributo all’attività dell’Associazione, da non intendersi quale quota di partecipazione.

Tempi e modi di adesione: i partecipanti dovranno inviare una e-mail di conferma a: info@imagora.it entro e non oltre il 26 maggio 2014, unitamente alla ricevuta di versamento della quota di partecipazione (da intestare all’Associazione Fotografica Culturale “Imagorà” sul c/c postale n. 001017942283), unitamente al modulo di liberatoria compilato e firmato (scarica qui il modulo). In casi eccezionali sarà possibile consegnare la quota di partecipazione anche lo stesso giorno dell’uscita, salva sempre la previa comunicazione dell’intenzione di partecipare.

Trasporto: è previsto trasporto con mezzo proprio, tuttavia, sarà possibile viaggiare su una delle auto degli organizzatori sino ad esaurimento posti.

ITINERARIO CROTONE – CUTRO – LE CASTELLA
L’itinerario di seguito riportato è indicativo e riporta i luoghi di maggiore interesse e rilievo.
In base ai tempi del viaggio e di effettivo raggiungimento del posto, i luoghi da visitare saranno scelti al momento tra quelli di seguito indicati.
L’ordine di indicazione è corrispondente all’ordine delle tappe, nel senso che inizieremo dall’area di Cutro, per poi raggiungere Le Castella e Isola di Capo Rizzuto al tramonto, quando ci sarà la luce migliore.

CUTRO:
Il paese è rinomato per la produzione del pane di semola di grano, considerato tra i più buoni d’Italia.

  • Torre e Fortino di Chirizzi (entrambi in stato di abbandono)
  • Chiesa Madre (e altre)
  • Villa Margherita (loc. Sant’Anna)
  • Convento Frati Minori
  • Calanchi: basse collinette giallastre che ripropongono lo scenario delle dune del deserto. Qui Pasolini girò alcune scene del film “Il Vangelo secondo Matteo”.

CROTONE:

  • Centro storico della città:  visita a piedi del centro storico con i relativi palazzi, Basiliche e Chiese.
  • Castello di Carlo V e Museo Archeologico Nazionale
  • Area Archeologica di Capocolonna e Santuario di Maria Santissima di Capocolonna
  • Torre di Nao, contenente un Antiquarium con reperti provenienti dai fondali dell’area circostante

LE CASTELLA/ ISOLA CAPO RIZZUTO/ SANTA SEVERINA:

  • Castello Aragonese di Isola Capo Rizzuto
  • “Torre Vecchia” eretta nel XVI sec., contro le invasioni barbariche
  • Santuario della Madonna Greca, protettrice di Isola Capo Rizzuto; visita all’Aquarium*
  • Borgo Santa Severina (edificata al tempo degli Enotri): visita al Castello e alla Cattedrale nelle vicinanze, al cui interno si trova il Battistero risalente al VI-IX sec. (orari: tutti i giorni 9-13/15-20:30)

*A Isola Capo Rizzuto è possibile visitare l’Aquarium**, ubicato nella piazza del Santuario della Madonna Greca, e composto da 22 vasche, al cui interno è stata ricreata la flora e la fauna marina endemica (e non solo).

**Aquarium à orari di apertura:  9.30-13 / 16-20 Ingresso:  4€ Tel 0962-796029 (sconti per gruppi)

E’ altresì possibile esplorare i fondali a bordo di battelli dal fondo trasparente (tel. 0962-795511)

L’itinerario previsto potrà subire variazioni in base alle condizioni meteorologiche e al tempo a disposizione.

Per info, sulla disponibilità dei posti auto o di qualunque altra informazione, contattate Imagorà tramite mail  all’indirizzo di posta elettronica: info@imagora.it o mediante cell. al numero 380 19 62 348.

Si rammenta che ogni partecipante dovrà essere autosufficiente per il viaggio di andata e ritorno e per il vitto. La partecipazione all’uscita sarà possibile solo mediante la firma di una liberatoria, poiché Imagorà si esonera da ogni responsabilità di danni fatti e/o subiti a cose e/o a persone per l’intera durata di tutte le escursioni.

Si esige, altresì, un comportamento civile e riguardoso verso la natura, la fauna e la flora dei luoghi visitati.

Potamìa, memoria di un popolo…

testataRisalendo il corso del Torrente Buonamico, poco prima che le pareti della sua valle si restringano, è possibile scorgere in alto, seminascosti tra la vegetazione, alcuni ruderi. Si tratta dei resti di “Potamìa“, antico villaggio in cui vivevano gli avi dell’attuale paese di San Luca (RC). Il villaggio fu abbandonato ufficialmente il 18 ottobre 1592 a causa dei frequenti fenomeni franosi – l’ultimo dei quali (autunno 1590) lo distrusse quasi completamente – allorquando venne fondato l’attuale San Luca, su un sito più a valle e maggiormente sicuro dal punto di vista delle frane.
Visitare luoghi simili a questo è un’esperienza affascinante e allo stesso tempo triste. Sebbene non sia distante dall’attuale centro abitato e nonostante a valle dello sperone roccioso su cui insiste (e sulla cui sommità si registra un’altitudine di 394 metri s.l.m.) si stendano numerosi campi coltivati ad olivo, Potamìa è ancora oggi densa di gran parte dell’atmosfera di oltre 400 anni or sono. Purtroppo il sito non è mai stato oggetto di studi archeologici e piani di recupero, che certamente avrebbero consentito di ricostruire la memoria storica e donare alle nuove generazioni una testimonianza del loro passato.
Continua a leggere

Escursione: Torrente Vacale

Due sono i torrenti principali che scorrono nel territorio del comune di Cittanova: il Serra e il Vacale. Quest’ultimo, oggetto della nostra escursione del tre marzo 2012.
Il Vacale costituisce l’antico confine tra la Baronia di San Giorgio e il Ducato di Terranova, incastonato tra Monte Lo Schiavo e Monte Cuculo.

Circa l’etimologia del nome concorrono differenti pareri di linguisti e di studiosi locali. Secondo Rohlfs, Vacale sarebbe l’antico idronimo del fiume Waal, braccio del fiume Reno in Olanda, oltre che toponimo di contrada nella montagna di San Luca. Continua a leggere